Le barbe più famose: una breve storia delle barbe più “potenti” della storia

  • Condividi questo articolo :

Dalla surrealistica moustache di Salvador Dalì alla soffice barba bianca di Babbo Natale, tante sono le barbe storiche riconosciute in tutto il mondo. Ma chi vi viene in mente per primo quando pensate all’uomo barbuto più famoso? Ecco qui una collezione delle barbe più apprezzate dal pubblico!

- Abraham Lincoln, il primo ad introdurre la barba nella Casa Bianca. Si narra che una giovane ragazza gli disse: “il tuo viso è troppo fine dovresti farti crescere un po’ di barba!”. Ed è così che Abraham decise di accettare il consiglio, farsi crescere la barba “a collare”, diventare presidente e creare un nuovo concetto di America.

coachella -onde-capelli-babyliss coachella -onde-fiori-capelli-babyliss

- Charlie Chaplin, dei suoi baffetti riuscì a creare uno status symbol, ma che venne poi spesso attribuito ad Hitler. Questo look venne definito “baffo a spazzolino”. Per Charlie Chaplin era un buon compromesso tra stile e professionalità, in quanto gli permetteva di non nascondere le sue famose espressioni facciali, protagoniste di molti film.
- Salvador Dalì, e il suo baffo eclettico e surreale. Un baffo cerato e attorcigliato all’in su, anticipato dal suo collega Diego Velazquez.
- Tom Selleck, o meglio Magnum P.I. ha deluso gran parte del pubblico femminile nel momento in cui ha azzardato la scelta di radersi il suo iconico baffo a spazzola. Dopo aver realizzato l’incauta decisione, qualche anno dopo, il baffo è tornato sugli schermi!
- Karl Marx, un personaggio dalla barba decisamente famosa e “selvaggia”, spettinata e folta. Il padre del comunismo e della lotta di classe ai suoi tempi era celebre sia per le sue teorie innovative sia per la sua fitta e singolare barba.
- Vladimir Lenin, il promotore del baffo con il pizzetto. La sua barba rimane una delle più curate della storia, e ancora oggi potete ammirarla dal vivo all’interno del mausoleo dedicato al padre dell’URSS.

luce-pulsata


  • Condividi questo articolo :